Granosalus a Pozzallo: “Stop alle navi contaminate…senza troppi cavilli”

A Pozzallo un bel gruppo di manifestanti provenienti dalla Sicilia e dalla Basilicata ha tenuto un presidio nell’area del porto dove ogni anno vengono scaricate tonnellate di grano arricchito da glifosato e altri contaminanti. Il messaggio dei manifestanti è stato chiaro: "Stop ai contaminanti". E senza tanti cavilli. 

Continua a leggere Granosalus a Pozzallo: “Stop alle navi contaminate…senza troppi cavilli”

Prezzi grano duro Foggia: il mercato è in rialzo, ma in commissione manca il numero legale

La Commissione prezzi di Foggia non raggiunge il numero legale, un'assenza contraria ai doveri di correttezza professionale dei membri, mentre le quotazioni del grano duro sono in rialzo. Lo confermano sia gli acquisti di Divella, con i famosi contratti di filiera a 32 euro/qle, che l' arrivo di navi estere a Ferragosto con prezzi di circa 35-40 euro/qle. Se fosse già operativa la Commissione unica nazionale (CUN), questi prezzi sarebbero stati sicuramente rilevati. Infatti su 11 settimane a partire dal 14 giugno 2017, la commissione ha quotato solo 3 volte! E' fisiologico o patologico? La speciale responsabilità dei leader di mercato...

Continua a leggere Prezzi grano duro Foggia: il mercato è in rialzo, ma in commissione manca il numero legale

Perché l’ Italia elude i controlli ufficiali sul glifosate? Cosa risponde il Ministro?

 Cosa sono i controlli ufficiali? A che servono? A chi spettano? Come mai l’ Italia non fa controlli ufficiali sul glifosate sebbene ne abbia disposto il divieto? E come mai in Europa nessuno si preoccupa di analizzare i residui sulle materie prime e sui prodotti finiti? Ne è prova il fatto che il sistema di allerta RASFF da agosto 2016 ad oggi non ha segnalato alcun problema! C’è da fidarsi di un sistema che non allerta? Le analisi dicono che il glifosate c'è sia nel grano estero che nella pasta italiana...e pure nelle urine delle mamme in gravidanza Continua a leggere Perché l’ Italia elude i controlli ufficiali sul glifosate? Cosa risponde il Ministro?

CETA, GranoSalus: “Coldiretti dica da che parte sta evitando dubbi amletici”

Il presidente nazionale di Coldiretti, Roberto Moncalvo, avrebbe qualche dubbio amletico rispetto al trattato commerciale fra Ue e Canada (CETA). Del resto, la sua duplice veste di sindacalista italiano (Coldiretti) ed europeo (Copa-Cogeca) gli crea qualche imbarazzo. Che rischia di far diventare la sua campagna nemica dei consumatori...

Continua a leggere CETA, GranoSalus: “Coldiretti dica da che parte sta evitando dubbi amletici”

Grano: il porto di Bari veste glifosate…ma sindacati e parlamentari lo sanno?

A Bari è arrivata una nuova nave carica di grano canadese al glifosate, ma i sindacati e i parlamentari non lo sanno. A loro sfugge un particolare:  una nave prima di essere scaricata deve essere analizzata. E sfugge altresì che il glifosate è un analita escluso dai residui di pesticidi. In Italia è vietato, non deve trovarsi nel grano, tuttavia sulle navi non è obbligatorio cercarlo. Ma quando il grano esce dal porto sdoganato e diventa grano europeo può circolare liberamente anche se arricchito di glifosate. Assurdo! A che serve allora il folclore davanti al porto? Gli artigli alla speculazione non si spuntano con picchetti fasulli davanti ai porti, ma con azioni politiche e giudiziarie nelle sedi appropriate. La tutela dei consumatori è una cosa seria. GranoSalus docet Continua a leggere Grano: il porto di Bari veste glifosate…ma sindacati e parlamentari lo sanno?

Il TAR accoglie ricorso proposto da GranoSalus contro la Camera di Commercio di Foggia

Il TAR Puglia ha accolto il ricorso dell’Ass. GranoSalus contro la Camera di Commercio di Foggia che aveva negato il diritto di accedere agli atti del procedimento di formazione dei Listini prezzi di grano duro e sfarinati pubblicati sul sito dell’Ente camerale

Continua a leggere Il TAR accoglie ricorso proposto da GranoSalus contro la Camera di Commercio di Foggia

Durum Days, Granosalus: “Produttori stufi delle chiacchiere”

La tavola rotonda organizzata a Foggia per incrementare la competitività e sostenibilità della filiera nazionale del grano duro è sembrata una grande farsa, di cui i produttori sono ormai stufi. Il granaio d'Italia arretra. Perché? Il mezzogiorno  pur essendo il più grande bacino mondiale di grano duro sotto il profilo qualitativo, in particolare tossicologico, paragonabile solo all' area del Desert Durum americano, è infettato da organizzazioni sindacali che fanno finta di non saperlo. La CUN e la trasparenza non sono più un obiettivo strategico dei sindacati agricoli. E allora come far luce sulla qualità tossicologica e sui prezzi nazionali ed internazionali? La nuova parola d'ordine si chiama interprofessione, in barba al libero mercato.

Continua a leggere Durum Days, Granosalus: “Produttori stufi delle chiacchiere”

Carta etica del grano tra mille contraddizioni irrisolte

Dopo le simpatiche e folcloristiche trovate della Coldiretti lucana, sull' età del grano, sempre a Matera va in scena l'etica del grano con il movimento Riscatto che ha organizzato un nuovo modo di fare lotta. Un "Forum" dal quale dovrebbe scaturire una piattaforma, dalla quale dovrebbero venir fuori idee, dalle quali partorire la carta etica del grano, che dovrebbe modificare le norme europee attraverso la rete rurale. Insomma, un movimento che tenta di lottare per il (proprio) grano e di riposizionarsi  tra un po' di contraddizioni e qualche defezione

Continua a leggere Carta etica del grano tra mille contraddizioni irrisolte

Granosalus: per Coldiretti il grano canadese è buono se non è anziano

In un articolo apparso oggi sulla Gazzetta del Mezzogiorno il direttore di Coldiretti Basilicata focalizza l'attenzione sull'età dei grani importati, ma non sulla loro qualità tossicologica. Il direttore dimentica, forse, che un buon grano si può conservare a lungo come si faceva un tempo nelle nostre fosse. Nessuna azione concreta a tutela del principio di precauzione.

Continua a leggere Granosalus: per Coldiretti il grano canadese è buono se non è anziano

GranoSalus a Martina: “Assicuriamo salute consumatori, così garantiremo reddito produttori”

La seconda trovata del Mipaaf, dopo i contratti di filiera della fame, che accontentano le diete iperproteiche degli industriali, è quella di garantire un po’ di gettito anche alle assicurazioni.

Continua a leggere GranoSalus a Martina: “Assicuriamo salute consumatori, così garantiremo reddito produttori”

GranoSalus controreplica alla CIA: “Dal giudice siamo andati noi, non voi”

E’ sempre polemica tra la CIA e GranoSalus. La CIA ricorda di aver condotto battaglia per la tutela del grano duro pugliese e, in generale del Sud Italia. Ma GranoSalus gli rinfaccia “i fatti e misfatti della Commissione prezzi della Camera di Commercio di Foggia”. E aggiunge: “I rappresentanti della CIA non erano forse presenti in Commissione insieme a tutte le altre sigle? Presto potremmo essere costretti a saperlo tramite qualche giudice”.

Continua a leggere GranoSalus controreplica alla CIA: “Dal giudice siamo andati noi, non voi”

GranoSalus: “Basiti dall’attacco della Cia. Vogliamo incontro pubblico”

La battaglia avviata da GranoSalus – l’associazione che raccoglie produttori di grano duro delle Regioni del Sud Italia e consumatori – entra nel vivo e già si cominciano ad avvertire i primi contraccolpi.

 

Continua a leggere GranoSalus: “Basiti dall’attacco della Cia. Vogliamo incontro pubblico”