Granosalus: “Votare no al Glifosate senza chiudere i porti al suo ingresso è pleonastico”

Oggi durante una manifestazione di Greenpeace, il ministro della Salute ha confermato che l’Italia si opporrà al rinnovo dell’autorizzazione al glifosato il prossimo 25 ottobre, quando i Paesi Ue saranno chiamati a votare. Ma votare nò al Glifosate senza chiudere i porti al suo ingresso è perfettamente inutile. Dispiace che una organizzazione come Greenpeace sia così ingenua da non sapere che in Italia, in ossequio al principio di precauzione, c'è già una legge che vieta da un anno la produzione di grano al glifosate, ma nessuno effettua i controlli nei porti italiani! 

Continua a leggere Granosalus: “Votare no al Glifosate senza chiudere i porti al suo ingresso è pleonastico”

Senatore Cappelli, GranoSalus: “E’ patrimonio di tutti. Stop allo scippo!”

C'è un cartello sul seme da riproduzione Senatore Cappelli teso a limitarne la sua diffusione? Il frumento duro che vuole bene alla terra e alla salute dell' uomo fu' concepito da Nazareno Strampelli, non dalla SIS, Società Italiana Sementi che, secondo alcune prove documentali, rilascia il seme solo se gli agricoltori aderiscono alle sue filiere. Biopirateria con lo zampino della Coldiretti. Intervenga l' Antitrust, il Mipaaf e l' Ufficio Brevetti

Continua a leggere Senatore Cappelli, GranoSalus: “E’ patrimonio di tutti. Stop allo scippo!”

Antitrust: su lenticchie, pomodori e carciofi pratiche commerciali scorrette verso il Made in Italy

 L’ Antitrust nella sua adunanza del 20 settembre 2017 ha accettato gli impegni di tre aziende - Fertitecnica Colfiorito, Conserve Bonetto e Citres - che spacciavano per made in Italy lenticchie, carciofi, pomodori e capperi, provenienti da Canada, Egitto, Turchia e Marocco. I profili contestati investono la possibile confusorietà delle indicazioni relative alla provenienza della materia prima alla luce degli elementi grafici complessivamente presenti in etichetta

Continua a leggere Antitrust: su lenticchie, pomodori e carciofi pratiche commerciali scorrette verso il Made in Italy

GranoSalus agli industriali: dopo la sconfitta in Tribunale vogliamo la pasta con grano italiano

Dopo la sonora sconfitta in Tribunale di Aidepi, l’ associazione guidata da Barilla che raccoglie gli industriali della pasta, non servono proclami per proseguire nella lotta a difesa di industrie e lavoratori o messaggi rassicuranti sul grano estero scomodando Bebe Vio, ma è necessario dare agli italiani una pasta senza grani contaminati. E' sufficiente il grano dorato italiano? 

Continua a leggere GranoSalus agli industriali: dopo la sconfitta in Tribunale vogliamo la pasta con grano italiano

A Manfredonia via vai di navi di grano duro: “Chi sono i veri africani per gli speculatori?”

A Manfredonia procede il via vai di navi. La nave proveniente dalla Russia Petrobulk che ha già scaricato grano russo o kazako destinato a Moderne Semolerie Italiane Spa con sede in Foggia, è ripartita per Varna. Adesso una nuova nave sta caricando il nostro 'granosalus' per portarlo in Tunisia. Insomma, l'attitudine degli operatori del commercio - in questo folle mondo globale - sembrerebbe quella d' importare grano tossico da far mangiare ai consumatori italiani ed esportare grano sano nel nord africa per il cuscus. Chi sono allora i veri africani? Per la speculazione siamo tutti africani! Specie ad Altamura 

Continua a leggere A Manfredonia via vai di navi di grano duro: “Chi sono i veri africani per gli speculatori?”

La pasta in pasto alla legge? Ecco perché si può fare anche con il grano tenero! Chi controlla?

La legislazione italiana, al fine di preservare la tradizione della pasta, ha obbligato per oltre 30 anni l’impiego esclusivo della semola di grano duro nella produzione di pasta secca (Legge n. 580 del 1967 e successive modifiche). Solo grano duro. Tuttavia da quindici anni è stata autorizzata la commercializzazione di pasta ottenuta da grano tenero o misto. Dunque, le navi di grano tenero straniero che arrivano nei nostri porti potrebbero essere utilizzate oltreché per produrre pane, biscotti, dolci e focacce, anche per produrre pasta. La famosa pasta italiana...E chi controlla in Italia quanto grano tenero c'è nella pasta di grano duro?

Continua a leggere La pasta in pasto alla legge? Ecco perché si può fare anche con il grano tenero! Chi controlla?

Coldiretti scherza col cibo insieme a Casillo e sceglie la prestigiosa piazza di Milano

Dopo un lungo periodo di fidanzamento con il burqa, finalmente il matrimonio senza velo. Coldiretti si sposa con Casillo e lo fa a viso aperto nella prestigiosa piazza di Milano per riposizionare più efficacemente l'immagine del più grosso importatore di grano estero in Italia. Che dice di essersi convertito al 100% italiano. Sarà vero? Noi non ci crediamo! Tutte le navi che arrivano a Bari di grano duro estero che fine fanno? Un ossimoro è un procedimento retorico che accosta due concetti tra di loro opposti

Continua a leggere Coldiretti scherza col cibo insieme a Casillo e sceglie la prestigiosa piazza di Milano

Il grano estero e la fanfara di regime che oscura il glifosate

Come fa a dire il Ministero della Salute che il grano estero è sicuro se non ci sono controlli analitici ai porti? Sappiamo tutti che solo il 5% a sondaggio è oggetto di controlli analitici. Il resto è solo un semplice controllo documentale. E come può Aidepi - l’ associazione dei pastai - improvvisarsi portavoce del ministero dopo che i tribunali hanno sconfessato il dogma della sicurezza legittimando il dubbio? La politica che non c'è... Se ne parla anche oggi su Repubblica.

Continua a leggere Il grano estero e la fanfara di regime che oscura il glifosate

Casillo lancia la linea bio e intanto gli bloccano due navi di grano

Il Gruppo Casillo è leader mondiale nell’acquisto, trasformazione e commercializzazione del grano, anche grazie all’attività di trading, ma molto spesso inciampa in qualche incidente di percorso. Siccome produce semole, è bene che i consumatori ne siano informati. Evitare il rischio bio_diesel a tavola

Continua a leggere Casillo lancia la linea bio e intanto gli bloccano due navi di grano

Test Granosalus: anche il Tribunale di Trani rigetta ricorso Granoro

Anche per il Giudice di Trani l’ articolo sui contaminanti della pasta non è diffamatorio.  La società Granoro aveva chiesto al Tribunale di Trani la cancellazione  del Test dal sito di GranoSalus,  perché lo riteneva “diffamatorio”. Ma la sua istanza è stata respinta (in calce il  pdf del provvedimento di rigetto del giudice La Bianca). La società Granoro, tuttavia, diversamente dagli altri, ha accettato l' Ordinanza e comunicato la volontà di non voler reclamare. Battuto dal tribunale anche il tentativo del Senatore Stefàno di voler mettere la museruola alla nostra associazione.

Continua a leggere Test Granosalus: anche il Tribunale di Trani rigetta ricorso Granoro

Grano canadese: altra doppietta di navi a Manfredonia

Nel porto altifondali di Manfredonia altre due navi di grano canadese. Che significa altri 500 mila quintali complessivi da sommare ai due milioni previsti nel mese di settembre in Puglia. I sospetti di miscelazione vietata aumentano, ma le Autorità di controllo non si muovono...

Continua a leggere Grano canadese: altra doppietta di navi a Manfredonia

Granosalus a Pozzallo: “Stop alle navi contaminate…senza troppi cavilli”

A Pozzallo un bel gruppo di manifestanti provenienti dalla Sicilia e dalla Basilicata ha tenuto un presidio nell’area del porto dove ogni anno vengono scaricate tonnellate di grano arricchito da glifosato e altri contaminanti. Il messaggio dei manifestanti è stato chiaro: "Stop ai contaminanti". E senza tanti cavilli. 

Continua a leggere Granosalus a Pozzallo: “Stop alle navi contaminate…senza troppi cavilli”