Nel traffico di grano giramondo molti protagonisti. Coldiretti inerme

E’ una settimana di intenso traffico al porto di Bari al punto tale che non c’è più spazio sulle banchine. Centinaia di camion stanno trasportando grano per tutti i gusti e le nazionalità. Canadese, australiano, americano, francese, ucraino, rumeno, turco. Il grano lo si trova finanche a terra in ogni angolo stradale e nelle curve sino in tangenziale. Basta seguire i camion. Destinatari delle navi? Casillo batte Divella, ma nel derby barese non mancano Agriviesti e Cerealsud specialisti per il Canada. E, dulcis in fundo, Barilla. Il paradosso della Coldiretti che assiste inerme al gioco delle parti

Continua a leggere Nel traffico di grano giramondo molti protagonisti. Coldiretti inerme

Casillo lancia la linea bio e intanto gli bloccano due navi di grano

Il Gruppo Casillo è leader mondiale nell’acquisto, trasformazione e commercializzazione del grano, anche grazie all’attività di trading, ma molto spesso inciampa in qualche incidente di percorso. Siccome produce semole, è bene che i consumatori ne siano informati. Evitare il rischio bio_diesel a tavola

Continua a leggere Casillo lancia la linea bio e intanto gli bloccano due navi di grano

Test Granosalus: anche il Tribunale di Trani rigetta ricorso Granoro

Anche per il Giudice di Trani l’ articolo sui contaminanti della pasta non è diffamatorio.  La società Granoro aveva chiesto al Tribunale di Trani la cancellazione  del Test dal sito di GranoSalus,  perché lo riteneva “diffamatorio”. Ma la sua istanza è stata respinta (in calce il  pdf del provvedimento di rigetto del giudice La Bianca). La società Granoro, tuttavia, diversamente dagli altri, ha accettato l' Ordinanza e comunicato la volontà di non voler reclamare. Battuto dal tribunale anche il tentativo del Senatore Stefàno di voler mettere la museruola alla nostra associazione.

Continua a leggere Test Granosalus: anche il Tribunale di Trani rigetta ricorso Granoro

Grano canadese: altra doppietta di navi a Manfredonia

Nel porto altifondali di Manfredonia altre due navi di grano canadese. Che significa altri 500 mila quintali complessivi da sommare ai due milioni previsti nel mese di settembre in Puglia. I sospetti di miscelazione vietata aumentano, ma le Autorità di controllo non si muovono...

Continua a leggere Grano canadese: altra doppietta di navi a Manfredonia

Gentiloni a Bari chiede collaborazione istituzionale, ma non garantisce quella dei ministri

Serve un impegno istituzionale perchè abbiamo alle spalle anni di solitudine del Sud. Con queste parole un pò fredde il premier Gentiloni ha offerto in fiera più lavoro al mezzogiorno...dimenticando che a pochi passi da lui nel porto di Bari il lavoro al mezzogiorno agricolo viene scippato, insieme alla salute dei consumatori
Continua a leggere Gentiloni a Bari chiede collaborazione istituzionale, ma non garantisce quella dei ministri

Grano estero, record di arrivi: è invasione al porto di Bari. Oltre 2 milioni di quintali!

Continua la vera e propria invasione dell’Italia da parte di grano estero di dubbia qualità. Ogni mese è un nuovo record di arrivi, mentre il grano italiano viene snobbato e sottoquotato dagli importatori italiani. Nel mese di settembre le gru portuali avranno un bel da fare. Si prevede infatti uno scarico record di oltre 2 milioni di quintali per garantire le miscelazioni con il grano salus italiano. Sono in arrivo tre navi solo dal Canada! Ma il glifosate questa volta sarà analizzato? Perché la Lorenzin non fa intervenire direttamente l' Istituto Superiore di Sanità? 

Continua a leggere Grano estero, record di arrivi: è invasione al porto di Bari. Oltre 2 milioni di quintali!

A Pozzallo è un giallo il caso della navetta ucraina.

Sta diventando davvero un giallo il caso della navetta ucraina ferma da tre giorni a Pozzallo a poche miglia dal porto. I documenti della nave sono in ordine? Che grano c'è a bordo? E da dove arriva?

Continua a leggere A Pozzallo è un giallo il caso della navetta ucraina.

La Francia ritira dal mercato quattro tipi di pasta. E l’ Italia?

Si allarga a macchia d'uovo lo scandalo del fipronil. E pure i controlli, ma solo in Francia, dove i consumatori sono per davvero informati. Dopo i gaufres ed altri 25 prodotti, è la volta della pasta all' uovo. E in Italia i controlli sugli ovo-prodotti come procedono? Siamo tranquilli della nostra pasta all' uovo le cui dimensioni di consumo sono superiori a quelle francesi?  Crepes, biscotti, torte: è possibile escludere che anche altri prodotti trasformati fatti da uova siano stati contaminati?

Continua a leggere La Francia ritira dal mercato quattro tipi di pasta. E l’ Italia?

Prezzi grano duro Foggia: il mercato è in rialzo, ma in commissione manca il numero legale

La Commissione prezzi di Foggia non raggiunge il numero legale, un'assenza contraria ai doveri di correttezza professionale dei membri, mentre le quotazioni del grano duro sono in rialzo. Lo confermano sia gli acquisti di Divella, con i famosi contratti di filiera a 32 euro/qle, che l' arrivo di navi estere a Ferragosto con prezzi di circa 35-40 euro/qle. Se fosse già operativa la Commissione unica nazionale (CUN), questi prezzi sarebbero stati sicuramente rilevati. Infatti su 11 settimane a partire dal 14 giugno 2017, la commissione ha quotato solo 3 volte! E' fisiologico o patologico? La speciale responsabilità dei leader di mercato...

Continua a leggere Prezzi grano duro Foggia: il mercato è in rialzo, ma in commissione manca il numero legale

Grano australiano al porto di Bari…anche a Feriae Augusti

Al porto di Bari a ferragosto è arrivata una nave di grano duro australiano, praticamente dagli antipodi. Alla faccia della sostenibilità ambientale professata nei convegni dagli industriali. Il carico, secondo fonti attendibili, è pari a 430 mila quintali destinato ai molini Casillo di Corato. Nessuna informazione sulla categoria qualitativa. Del resto, il controllo analitico dell' Ufficio di Sanità Marittima (Usmaf) è impensabile a ferragosto. Pure il Ministro è in ferie...con buona pace della sicurezza alimentare. Ognuna di queste navi toglie lavoro ad almeno 300 aziende agricole italiane, mentre anche il ministro Martina è in ferie insieme a coldiretti

Continua a leggere Grano australiano al porto di Bari…anche a Feriae Augusti

Interferenti endocrini: “quei veleni che non ci fanno paura”. Cosa sono e quanto costano alla salute

Gli interferenti endocrini si trovano nei pesticidi (il glifosate è sospettato di esserlo!) ma non fanno paura a Confagricoltura Brescia sebbene possono interferire con la produzione ormonale. Sono considerati una "minaccia mondiale" dall' OMS e sospettati di essere all’origine di molte malattie gravi: dai tumori all’infertilità, dall’obesità al diabete fino ai disturbi neurocomportamentali. L'incapacità della Commissione Ue di prendere decisioni chiare, evidenzia che spesso l'interesse generale viene bypassato dagli interessi particolari di poche grandi aziende. L' influenza delle lobby ha provocato infatti forti ritardi della Commissione al punto da rendere necessario l'intervento della Corte di Giustizia che ha “vietato di usare considerazioni economiche per definire i criteri”, nel silenzio dell' Italia. Quanto costano i danni alla salute causati dall'esposizione a queste sostanze onnipresenti nell'ambiente domestico e nella catena alimentare?

Continua a leggere Interferenti endocrini: “quei veleni che non ci fanno paura”. Cosa sono e quanto costano alla salute

Perché l’ Italia elude i controlli ufficiali sul glifosate? Cosa risponde il Ministro?

 Cosa sono i controlli ufficiali? A che servono? A chi spettano? Come mai l’ Italia non fa controlli ufficiali sul glifosate sebbene ne abbia disposto il divieto? E come mai in Europa nessuno si preoccupa di analizzare i residui sulle materie prime e sui prodotti finiti? Ne è prova il fatto che il sistema di allerta RASFF da agosto 2016 ad oggi non ha segnalato alcun problema! C’è da fidarsi di un sistema che non allerta? Le analisi dicono che il glifosate c'è sia nel grano estero che nella pasta italiana...e pure nelle urine delle mamme in gravidanza Continua a leggere Perché l’ Italia elude i controlli ufficiali sul glifosate? Cosa risponde il Ministro?