Grano: il porto di Bari veste glifosate…ma sindacati e parlamentari lo sanno?

A Bari è arrivata una nuova nave carica di grano canadese al glifosate, ma i sindacati e i parlamentari non lo sanno. A loro sfugge un particolare:  una nave prima di essere scaricata deve essere analizzata. E sfugge altresì che il glifosate è un analita escluso dai residui di pesticidi. In Italia è vietato, non deve trovarsi nel grano, tuttavia sulle navi non è obbligatorio cercarlo. Ma quando il grano esce dal porto sdoganato e diventa grano europeo può circolare liberamente anche se arricchito di glifosate. Assurdo! A che serve allora il folclore davanti al porto? Gli artigli alla speculazione non si spuntano con picchetti fasulli davanti ai porti, ma con azioni politiche e giudiziarie nelle sedi appropriate. La tutela dei consumatori è una cosa seria. GranoSalus docet Continua a leggere Grano: il porto di Bari veste glifosate…ma sindacati e parlamentari lo sanno?

Durum Days, Granosalus: “Produttori stufi delle chiacchiere”

La tavola rotonda organizzata a Foggia per incrementare la competitività e sostenibilità della filiera nazionale del grano duro è sembrata una grande farsa, di cui i produttori sono ormai stufi. Il granaio d'Italia arretra. Perché? Il mezzogiorno  pur essendo il più grande bacino mondiale di grano duro sotto il profilo qualitativo, in particolare tossicologico, paragonabile solo all' area del Desert Durum americano, è infettato da organizzazioni sindacali che fanno finta di non saperlo. La CUN e la trasparenza non sono più un obiettivo strategico dei sindacati agricoli. E allora come far luce sulla qualità tossicologica e sui prezzi nazionali ed internazionali? La nuova parola d'ordine si chiama interprofessione, in barba al libero mercato.

Continua a leggere Durum Days, Granosalus: “Produttori stufi delle chiacchiere”

Il 77% del grano duro estero che arriva in Puglia è di scarsa qualità!

Il dato sulla qualità deve fare preoccupare tutti gli italiani. Ricordiamo che è proprio in Puglia – e precisamente nel ‘triangolo’ Altamura-Corato-Foggia – che viene macinato il grano che poi finisce in mezza Italia sotto forma di farina e semola. Quindi il pane, la pasta, le pizze, i biscotti, i dolci e tutti gli altri prodotti che arrivano sulle nostre tavole provengono, ci piaccia o no, da questo grano! Il dato non ce lo inventiamo noi, ma è stato fornito a GranoSalus dall’Agenzia delle Dogane di Bari     

Continua a leggere Il 77% del grano duro estero che arriva in Puglia è di scarsa qualità!

L’ etichettatura della pasta solleva le preoccupazioni canadesi

Il Canada ha sollevato alcune preoccupazioni contro Roma riguardo l'etichettatura della pasta. Il piano dell’Italia di richiedere che sia etichettato il paese d’origine per la pasta allarma le autorità canadesi. Il ministro dell’agricoltura del Canada ha parlato di una mossa che sta allarmando gli esportatori di grano canadesi proprio mentre l’accordo di libero scambio otteneva l’approvazione europea.

Continua a leggere L’ etichettatura della pasta solleva le preoccupazioni canadesi

Caro Ministro Martina, con il grano duro estero l’Italia è la pattumiera del mondo!

Così il presidente di GranoSalus, Saverio De Bonis, replica a un articolo del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina. Il Ministro vorrebbe contrastare i protezionismi. Ma non si preoccupa di effettuare i controlli sulle miscelazioni dei grani che vanno in scena nel nostro Paese, in barba ai Regolamenti comunitari. La sceneggiata sulla CUN. E tanto altro ancora

Continua a leggere Caro Ministro Martina, con il grano duro estero l’Italia è la pattumiera del mondo!

Micotossina DON: Commissario Ue risponde ad interrogazione Adinolfi

In data 26 Agosto 2016, Isabella Adinolfi (EFDD) aveva inoltrato alla Commissione interrogazione con richiesta di risposta scritta (E-009055/2016) ai sensi dell'Articolo 130 del regolamento. La risposta è arrivata dopo cinque mesi e si commenta da sola.

Continua a leggere Micotossina DON: Commissario Ue risponde ad interrogazione Adinolfi

Primi controlli di GranoSalus sul grano duro importato: ecco i risultati!

E’ iniziata la serie di controlli annunciati da GranoSalus sul grano duro che arriva in Italia dall’estero e sui derivati dello stesso grano duro. Si comincia con i controlli disposti sulle navi cariche di grano duro estero arrivate in sei porti della Puglia negli ultimi due anni (biennio 2015-2016). Scarne le notizie fornite dalle autorità. Nessuna informazione precisa sulla micotossina DON. E dalle poche notizie decifrabili viene fuori che oltre il 40% di questo prodotto non va.   

Continua a leggere Primi controlli di GranoSalus sul grano duro importato: ecco i risultati!

Come verificare se il pane che mangiamo contiene o no micotossine

Si tratta di un accorgimento semplicissimo. Ce lo illustra Saverio De Bonis, tra i protagonisti di GranoSalus, l’associazione di agricoltori del Sud Italia che si accinge a promuovere i controlli su tutti i derivati del grano. Il metodo per riconoscere se il pane è buono – che ognuno di noi potrà praticare in casa – ci tutela solo dalle micotossine. Per escludere l’eventuale presenza di glisofato e di altre sostanze bisognerà attendere le analisi più sofisticate. Ma eliminare, con un accorgimento semplicissimo, il pane con le micotossine è già un grande passo in avanti.

Cosa c’è nel pane che mangiamo ogni giorno? Per una Regione come la Sicilia – dove la coltivazione dei cereali interessa una superficie che oscilla da 300 a 350 mila ettari – ci sembra una domanda obbligatoria. E lo è, in generale, per tutto il Sud Italia, dove la coltura del grano è molto diffusa, dalla Puglia alla Basilicata al Molise, per citare solo alcune Regioni.

Continua a leggere Come verificare se il pane che mangiamo contiene o no micotossine