Test Granosalus: anche il Tribunale di Trani rigetta ricorso Granoro

Anche per il Giudice di Trani l’ articolo sui contaminanti della pasta non è diffamatorio.  La società Granoro aveva chiesto al Tribunale di Trani la cancellazione  del Test dal sito di GranoSalus,  perché lo riteneva “diffamatorio”. Ma la sua istanza è stata respinta (in calce il  pdf del provvedimento di rigetto del giudice La Bianca). La società Granoro, tuttavia, diversamente dagli altri, ha accettato l' Ordinanza e comunicato la volontà di non voler reclamare. Battuto dal tribunale anche il tentativo del Senatore Stefàno di voler mettere la museruola alla nostra associazione.

Continua a leggere Test Granosalus: anche il Tribunale di Trani rigetta ricorso Granoro

Un programma per il cibo agricolo? Cominciamo dalla Sicilia…risolvendo il dilemma del consumatore

L' occasione delle prossime elezioni regionali in Sicilia è importante non per il posizionamento di Alfano o per il destino di Crocetta, nè per il dilemma di Berlusconi o del Pd. L' appuntamento elettorale è serio perchè finalmente si può discutere del dilemma vero, quello del consumatore e di un sistema alimentare perverso in una delle Regioni più importanti d' Italia. Specie da un punto di vista agricolo.

Continua a leggere Un programma per il cibo agricolo? Cominciamo dalla Sicilia…risolvendo il dilemma del consumatore

La Francia ritira dal mercato quattro tipi di pasta. E l’ Italia?

Si allarga a macchia d'uovo lo scandalo del fipronil. E pure i controlli, ma solo in Francia, dove i consumatori sono per davvero informati. Dopo i gaufres ed altri 25 prodotti, è la volta della pasta all' uovo. E in Italia i controlli sugli ovo-prodotti come procedono? Siamo tranquilli della nostra pasta all' uovo le cui dimensioni di consumo sono superiori a quelle francesi?  Crepes, biscotti, torte: è possibile escludere che anche altri prodotti trasformati fatti da uova siano stati contaminati?

Continua a leggere La Francia ritira dal mercato quattro tipi di pasta. E l’ Italia?

GranoSalus su La7: “Non faremo sconti a nessuno su DON, Glifosate e tracciabilità”

Dopo la trasmissione di ieri sera in cui La7 ha intervistato la nostra associazione illustrando anche l'Ordinanza Tribunale Roma, abbiamo appreso del cambio di rotta (dubbio) di Divella. GranoSalus terrà alta l'attenzione, specie dopo la denuncia presentata ai NAS sulla violazione del divieto d'uso del glifosate. Nel frattempo alla Regione Puglia è stato chiesto un Tavolo per far rispettare i divieti comunitari e nazionali. Necessaria una rigorosa tracciabilità delle produzioni reali a carattere locale. Se non altro per capire: di che grano è fatta la nostra pasta?

Continua a leggere GranoSalus su La7: “Non faremo sconti a nessuno su DON, Glifosate e tracciabilità”

Mangiare pasta buona si può? I consigli di Granosalus

Dopo il Test di Granosalus, molti consumatori ci chiedono consigli su "che pasta mangiare?" In questo post non troverete le marche da scegliere ma alcune regole semplici come guida per mangiare una pasta buona e sopratutto sana. I processi industriali non sempre prestano attenzione alla salute dei consumatori, ma guardano con più attenzione ai bilanci e ai profitti. La politica della qualità Granosalus tende invece a privilegiare la salute collettiva, in particolare quella dei più piccoli e indifesi. La battaglia del grano continua...è una battaglia di informazioni. E a nulla serviranno i tentativi delle industrie di mettere bavagli giudiziari a GranoSalus.

Continua a leggere Mangiare pasta buona si può? I consigli di Granosalus

GranoSalus in Conferenza stampa alla Camera dei Deputati: “Sì ad una dieta senza bufale”

La dieta mediterranea, patrimonio mondiale dell’ umanità, mette alla base della piramide i cereali e i suoi derivati, ma per diventare la Ferrari dell’ economia agricola del Mezzogiorno deve essere autentica.

Continua a leggere GranoSalus in Conferenza stampa alla Camera dei Deputati: “Sì ad una dieta senza bufale”

Perché sostenere GranoSalus nel certificare la qualità della pasta

L'Associazione GranoSalus ha bisogno di aiuto per certificare la qualità della pasta e difendersi dagli attacchi delle multinazionali

L'associazione GranoSalus, fondata da produttori di grano duro, persegue diversi obiettivi. Tra questi il controllo su pasta e semole per verificarne gli standard di qualità, a partire dalla materia prima (il grano).

Continua a leggere Perché sostenere GranoSalus nel certificare la qualità della pasta

Caro Ministro Martina, con il grano duro estero l’Italia è la pattumiera del mondo!

Così il presidente di GranoSalus, Saverio De Bonis, replica a un articolo del Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina. Il Ministro vorrebbe contrastare i protezionismi. Ma non si preoccupa di effettuare i controlli sulle miscelazioni dei grani che vanno in scena nel nostro Paese, in barba ai Regolamenti comunitari. La sceneggiata sulla CUN. E tanto altro ancora

Continua a leggere Caro Ministro Martina, con il grano duro estero l’Italia è la pattumiera del mondo!

Grano duro/ Lettera di GranoSalus a Mattarella: “La UE distrugge l’agricoltura e la nostra salute”

Invece di bloccare l’importazione di grano duro avvelenato dal glifosato e dalle micotossine, l’Unione Europea vuole reintrodurre il Set aside, ovvero i premi per gli agricoltori che abbandoneranno i terreni. Bruxelles non fa gli interessi dell’agricoltura sana e, di fatto, agevola gli speculatori che fanno soldi con i grani tossici: grani che avvelenano gli ignari consumatori con pasta, pane, pizze, cus-cus. farine, semole, dolci e via continuando piene di sostanze che danneggiano la salute. Perché è necessario che il presidente della Repubblica Mattarella sappia come stanno le cose. (In fondo la risposta del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella)

Continua a leggere Grano duro/ Lettera di GranoSalus a Mattarella: “La UE distrugge l’agricoltura e la nostra salute”

Granosalus, lettera ai consumatori italiani: “Attenti al grano canadese nella pasta Made in Italy”

Cari consumatori,
il Natale è un momento magico per famiglie e bambini, non a caso il 25 dicembre di ogni anno al centro del mondo viene messo un “bambino” che nasce proprio per “salvare il mondo”.
In ogni grande tradizione religiosa i bambini svolgono un ruolo di primaria importanza. A noi genitori spetta il compito di dedicarci completamente a loro, con amore e responsabilità, esattamente come Giuseppe e Maria si dedicarono a Gesù Bambino venuto al mondo proprio per testimoniare la sacralità di tutti i bambini.
Oggi, in Italia, nutrire bene i nostri bambini diventa sempre più difficile: nei paesi poveri è addirittura impossibile e molti sono costretti a fuggire da luoghi dove la guerra, le malattie e la paura non lasciano tregua.
Eppure i nostri luoghi, a dispetto di tanti altri, offrono la possibilità di nutrirsi come in nessun altra parte al mondo.
Non a caso la dieta mediterranea è iscritta nelle liste del patrimonio mondiale dell’umanità e tra i suoi pilastri portanti vede inclusi proprio la pasta e il pane: cibo quotidiano per i nostri bambini e per le nostre famiglie.
Tale importante riconoscimento, consente di accreditare quel meraviglioso ed equilibrato esempio di contaminazione naturale e culturale che è lo stile di vita mediterraneo come eccellenza mondiale.
La Dieta Mediterranea rappresenta un mix di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola, includendo le colture, la raccolta, la conservazione, la trasformazione, la preparazione e, in particolare, il consumo di cibo. Un cibo che deve sempre essere sano per la salute e la sacralità dei nostri bambini.

Continua a leggere Granosalus, lettera ai consumatori italiani: “Attenti al grano canadese nella pasta Made in Italy”