Zaccagnino (Mdp) e Volpi (LegaNord) presentano due interrogazioni parlamentari

La questione contaminanti nel grano e nella pasta approda in Parlamento. Alla Camera e al Senato sono state presentate due interrogazioni da due diversi parlamentari. L' On Adriano Zaccagnino (Mdp) e il Sen. Raffaele Volpi (LN-Aut) hanno sollevato la delicata questione ponendo chiari quesiti ai ministri della Salute, dell' Agricoltura, dell' Ambiente, delle Infrastrutture e Trasporti. E le altre forze politiche sono già in vacanza?

Continua a leggere Zaccagnino (Mdp) e Volpi (LegaNord) presentano due interrogazioni parlamentari

La finta etichettatura d’origine della pasta? “Rischio boomerang per produttori e consumatori”

Il via libera dell' Italia alla sperimentazione sull’ etichettatura d'origine delle materie prime sulle confezioni di pasta potrebbe comportare una procedura d’infrazione per l' Italia. La Commissione Ue non si è ancora pronunciata ed il decreto  entrerà in vigore tra 180 giorni... a gennaio 2018 ovvero prima delle elezioni. Perchè forzare politicamente Bruxelles anche a rischio di una infrazione? In realtà il PD è meglio che respinga l'accordo CETA viste le minacce dei canadesi pronti a sollevare la questione al WTO

Continua a leggere La finta etichettatura d’origine della pasta? “Rischio boomerang per produttori e consumatori”

Il grano duro estero arriva da noi. Il nostro da Foggia viaggia verso Trieste

 Grano duro che va e grano duro che viene. La settimana scorsa a Manfredonia sono arrivate due navi dalla Francia (Blè dur Port La Nouvelle) cariche di grano duro. A Bari è arrivata una nave spagnola di grano duro (giallo ocra) scaricata nei camion Divella. Da Manfredonia, invece, partono diverse navi per Trieste cariche di grano del Tavoliere, ma in Commissione prezzi tutti fanno finta di niente e nessun commerciante esibisce le fatture. Come mai? Perché l' Ufficio Prezzi non fa uno squillo all' Agenzia delle Dogane per evitare Non Quotati?

Continua a leggere Il grano duro estero arriva da noi. Il nostro da Foggia viaggia verso Trieste

Chi compra il grano in Italia? Un duopsonio controlla la domanda

Il quadro evolutivo dell'approvvigionamento di frumento dell'industria molitoria italiana evidenzia una strutturale dipendenza dal prodotto estero. Il mercato degli acquisti è concentrato nelle mani di pochi gruppi: Casillo e Barilla controllano da soli il 57%. E con De Cecco e Divella i primi quattro operatori detengono oltre il 70% della domanda di acquisto. Fa bene alla concorrenza una simile concentrazione o può favorire fenomeni distorsivi? E' possibile ridurre la dipendenza dall' estero a beneficio dei nostri consumatori? 

Continua a leggere Chi compra il grano in Italia? Un duopsonio controlla la domanda

GranoSalus ad Italmopa: “la psicosi glifosate colpisce anche Svizzera e California”

Italmopa, organizzazione industriale dei mugnai, invece di spostare l’attenzione su altre materie prime (operazione un po' grottesca!), dovrebbe spiegare con che cosa produce la semola da cui si ricavano i famosi spaghetti agli erbicidi. Usa solo grani italiani privi di glifosate o li miscela con grani stranieri arricchiti di glifosate? Adesso, nella pasta lo hanno trovato anche gli svizzeri mentre la California lo ha ritenuto cancerogeno...a prescindere dai limiti. Il Regolamento europeo e il suo decreto attuativo  prevedono un divieto: è valido oppure no?

Continua a leggere GranoSalus ad Italmopa: “la psicosi glifosate colpisce anche Svizzera e California”

Pasta: Granosalus accusa Ilfattoalimentare, “Nasconde le verità del Tribunale”

Il Tribunale di Roma conferma le ragioni di GranoSalus e smentisce le accuse diffamatorie sostenute dagli industriali pastai e riprese dal Fattoalimentare. I riscontri analitici sono validi, ma la rivista online non da notizia ai suoi lettori della storica Ordinanza Tribunale Roma, nascondendo così la verità sulle analisi. Possiamo definirla informazione indipendente?

Continua a leggere Pasta: Granosalus accusa Ilfattoalimentare, “Nasconde le verità del Tribunale”

Salvini da Vespa: “Stop al grano cancerogeno, tuteliamo nostra salute e nostre produzioni”

Salvini prende posizione a Porta a Porta contro il Don e il Glifosate in bocca ai bambini. Nel frattempo la  nave canadese (piena di Don e Glifosate) arrivata l'8 giugno, prima sequestrata e poi dissequestrata, dopo quasi un mese di sosta a Bari è ripartita il 30 giugno alle 11,25 verso Gibilterra, dove approderà il 4 luglio prossimo. Il Senato ha dato ok al CETA, adesso tocca alla Camera... mentre la California ha dato lo stop al glifosate e alla Monsanto

Continua a leggere Salvini da Vespa: “Stop al grano cancerogeno, tuteliamo nostra salute e nostre produzioni”

GranoSalus ad Aidepi: “Ostentare soddisfazioni non ha ragione di esistere”. Stop ai contaminanti nella pasta

A seguito della pubblicazione sulla rivista Il Salvagente dell'articolo intitolato "Tribunale dà torto ai pastai: micotossine e glifosato fanno dubitare del made in Italy”, i pastai di Aidepi hanno replicato ostentando soddisfazioni che non hanno alcuna ragione di esistere. Controreplica di GranoSalus: "le correzioni sono state operate al fine di rendere più limpido il significato dello stesso che era proprio quello di porre una serie di interrogativi". Aidepi non dice che l' Ordinanza sancisce: (i) costituzionalità del diritto all' informazione; (ii) legittimità del dubbio e delle indagini private; (iii) assenza di fumus e periculum; (iv) difetto di citazione verso Google; (v) superiorità del grano italiano; (vi) carenze nella tutela dei bambini. Su quest'ultimo punto Aidepi nasconde l' imbarazzante posizione di Divella e La Molisana.

Continua a leggere GranoSalus ad Aidepi: “Ostentare soddisfazioni non ha ragione di esistere”. Stop ai contaminanti nella pasta

GranoSalus: dopo il dissequestro del grano canadese siano rese note le analisi

La nave è stata dissequestrata, ma i residui nella pasta continuano ad esserci, senza che gli industriali ne spiegano la provenienza. Adesso però i consumatori hanno diritto di sapere cosa c'era in quelle analisi. Il diritto all' informazione è stato riconosciuto dal Tribunale di Roma. 

Continua a leggere GranoSalus: dopo il dissequestro del grano canadese siano rese note le analisi

GranoSalus su La7: “Non faremo sconti a nessuno su DON, Glifosate e tracciabilità”

Dopo la trasmissione di ieri sera in cui La7 ha intervistato la nostra associazione illustrando anche l'Ordinanza Tribunale Roma, abbiamo appreso del cambio di rotta (dubbio) di Divella. GranoSalus terrà alta l'attenzione, specie dopo la denuncia presentata ai NAS sulla violazione del divieto d'uso del glifosate. Nel frattempo alla Regione Puglia è stato chiesto un Tavolo per far rispettare i divieti comunitari e nazionali. Necessaria una rigorosa tracciabilità delle produzioni reali a carattere locale. Se non altro per capire: di che grano è fatta la nostra pasta?

Continua a leggere GranoSalus su La7: “Non faremo sconti a nessuno su DON, Glifosate e tracciabilità”

Sit-In GranoSalus: “Portare grano in Puglia si può purchè i controlli siano efficaci e i sequestri tempestivi”.

La nave arrivata da Vancouver l'8 giugno è stata sequestrata dalla Procura della Repubblica dopo aver scaricato un terzo del carico grazie ai (non) controlli 'documentali' Usmaf. I sequestri tardivi possono avere efficacia?   Dal Sit-In al porto di Bari, dove erano presenti alcuni parlamentari e consiglieri regionali del M5S, abbiamo appreso che nel frattempo è arrivata un' altra nave con grano proveniente dalla Francia. Anche questo senza controlli sanitari perché non dovuti sul grano comunitario ... La situazione è sconfortante tanto più che le stesse autorità manifestano le difficoltà di fare controlli che non siano frammentari. Abbiamo veramente bisogno di un Ministero della Salute che non fa controlli sanitari sempre? 

Continua a leggere Sit-In GranoSalus: “Portare grano in Puglia si può purchè i controlli siano efficaci e i sequestri tempestivi”.

Test GranoSalus sulla pasta: “In Tribunale vince l’interesse pubblico”. Rigettato il ricorso delle multinazionali.

L' articolo sui contaminanti della pasta non è diffamatorio. E' legittimo dubitare della miscelazione. Il test GranoSalus vince la prova in Tribunale. Le società Barilla, Divella, De Cecco, Garofalo, La Molisana e A.I.D.E.P.I. (Associazione delle Industrie dei Dolci e della Pasta Italiane) avevano chiesto al Tribunale di Roma la cancellazione  del Test dal sito di GranoSalus,  perché lo ritenevano “diffamatorio”. Ma la loro istanza è stata respinta (in calce il  pdf del provvedimento di rigetto del giudice del Tribunale di Roma).  Tutti coloro che sostenevano che le analisi di GranoSalus fossero bufale sono stati clamorosamente bocciati. Vincono le indagini che presentano un indubbio interesse pubblico anche se svolte privatamente. Riconosciuta la salubrità del grano italiano...del Sud. Silenzio tombale da parte di Ilfattoalimentare.it

Continua a leggere Test GranoSalus sulla pasta: “In Tribunale vince l’interesse pubblico”. Rigettato il ricorso delle multinazionali.